Teatro Madre: il gatto con gli stivali

Nella notte in cui la luna si tingerà di rosso, in scena il secondo spettacolo per famiglie di Teatro Madre: appuntamento, venerdì 27 luglio, h. 21, con la favola de Il Gatto con gli Stivali presso il Parco Archeologico di Santa Maria di Agnano (Ostuni)

Una notte perfetta. Teatro e natura si fondono, sotto gli occhi di una luna che si tingerà di rosso, in una danza di bellezza e armonia.

Ritorna, dopo il grande successo riscosso con Cenerentola, lo spettacolo che ha inaugurato Teatro Madre, il Festival di Teatro e Narrazione, registrando un clamoroso sold out, il teatro per famiglie al Parco Archeologico di Santa Maria di Agnano, a pochi chilometri da Ostuni.

Venerdì 27 luglio, alle ore 21.00, in uno scenario senza pari, in cui tradizioni millenarie e natura incontaminata si fondono, andranno in scena Il Gatto con gli Stivali del Teatro Verde di Roma (dai 3 anni) e, al termine dello spettacolo, l’eclissi di luna più lunga del secolo con protagonisti la Luna e Marte, i due “amanti” che, dal meraviglioso anfiteatro del Parco, ammireremo danzare nel cielo stellato.

Può un semplice gatto, con l’astuzia ed un paio di stivali diventare ricco e famoso? Può un semplice gatto, con il coraggio e un paio di stivali, sconfiggere un potente orco? Può un semplice gatto, con la fantasia e il solito paio di stivali, fare innamorare una principessa di un povero mugnaio? Certo, che può!

Ma l’astuzia, il coraggio, la fantasia (e il paio di stivali) nulla possono senza l’aiuto dei bambini del pubblico. Il Gatto con gli Stivali è la favola delle apparenze. Una favola in cui si denuncia, sorridendo, l’ipocrisia dei rapporti umani. Una favola che ci dice che è vero solo ciò che sembra… come a teatro, ma che alla fine la verità vien sempre a galla… come a teatro.

E allora la sfida è quella di raccontare una favola classica senza cambiare una virgola, ma stupendovi – e stupendoci – con una messa in scena piena di sorprese. Due facchini impegnati in un improbabile trasloco, durante la pausa pranzo, si lasciano prendere dal racconto della celebre favola costruendo le scene davanti agli occhi del pubblico, montando scatole, aprendo scatoloni, giocando con buste, cartoni, cappelliere, pacchi e pacchetti. Ogni scatola che si apre contiene un mondo colorato e sorprendente e i due facchini diventano gli attori di una rutilante messa inscena: un carosello di personaggi e burattini, di musica e canzoni, di risate e avventure, in un ritmo crescente ed entusiasmante. Per poi, alla fine della favola, ritornare due semplici facchini, stupiti e increduli di quanto hanno creato, tra scatole, pacchi e scatolette.

Per informazioni: 389/2656069

Il botteghino

Il costo del biglietto degli spettacoli per famiglie – rassegna Il posto delle Favole al Parco – è di 5 euro. È attiva la promozione Benvenuti Nonni: per ogni bambino che viene a teatro, un nonno non paga.

Dove acquistare i biglietti del Festival Teatro Madre:

  • Sul circuito vivaticket.it e presso tutti i rivenditori autorizzati;
  • presso lo IAT di Ostuni, sito in Corso Mazzini, 8 (tutti i giorni, 10 – 23);
  • presso il botteghino del Museo Civico di Ostuni, sito in Via Cattedrale, 15 (tutti i giorni, 10 – 13; 18 – 22);
  • direttamente al botteghino del Parco Archeologico di Santa Maria di Agnano, dalle ore 19.00 del giorno dello spettacolo.

Teatro Madre è anche un’occasione per scoprire la storia del Parco Archeologico di Santa Maria di Agnano e dell’antica madre che qui riposa: coloro che acquisteranno un biglietto di uno degli spettacoli avrà la possibilità di usufruire, prima dell’inizio dello spettacolo (h. 20) della visita guidata curata dal Sac La Via Traiana. È necessario presentarsi in loco alle ore 19.